Altre attività‎ > ‎

Libere per immagini

Opere di artiste ferraresi e manifesti storici dell'UDI

In occasione del sessantesimo anniversario dell'UDI
Ferrara dal 10 settembre al 3 ottobre 2005 presso la Casa dell'Ariosto.

Appena abbiamo cominciato a parlare di sessantesimo, ci siamo dette ironicamente "camminiamo da sessant'anni, ma non siamo ancora stanche". Questa frase è diventata inevitabilmente uno slogan, una parola d'ordine che ci ha riempito di orgoglio, pensando al lungo percorso che, passo dopo passo, è stato compiuto per arrivare oggi a godere di riconoscimento di cittadinanza femminile.
I manifesti che stanno negli archivi dell'UDI sono una testimonianza reale: parlano di diritto al lavoro, diritto alla pace, diritto alla salute fisica e ambientale, diritti civili in casa e fuori di essa, diritto alla non violenza e all'autodeterminazione, il diritto alla vita e alla procreazione, riconoscimento dei valori e della dignità delle donne di altre culture, comunque e dovunque siano nel mondo, il rispetto e la dignità delle immigrate che non chiedono altro che essere riconosciute delle cittadine. Sono questi i valori che hanno costituito e costituiscono per noi un impegno a tutto campo anche oggi.
Questa mostra esplicita tutto questo , come lo esplicita pure il lavoro quotidiano che altre donne, con la loro arte, hanno compiuto. Ecco perchè nel volgere lo sguarto al sessantesimo dell'UDI, accanto ai manifesti dell'archivio, nella città che ha visto nascere Biennale Donna, non potevano mancare i segni e i gesti altrettanto preziosi, delle artiste del nostro territorio.
 

Sede della mostra

Casa dell'Ariosto


Date

10 settembre- 3 ottobre 2005

A cura di

Anna Maria Fioravanti Baraldi
Michaela Gavioli
Liviana Zagagnoni

Gruppo di lavoro UDI

Micaela Gavioli responsabile archivio storico
Albertina Campana
Chiara Casotto
Ansalda Siroli

Comitato Biennale Donna

Liviana Zagagnoni coordinatrice
lola Bonora
Anna Maria Fioravanti Baraldi
Anna Quarzi
Dida Spano
Antonia Trasforini
Comments