2022 - XIX edizione

XIX Biennale Donna 2022

2022 - 19° edizione (26 marzo - 29 maggio)

Out of time: Ricominciare dalla natura

Monica De Miranda – Christina Kubisch – Diana Lelonek

– Ragna Róbertsdóttir – Anaïs Tondeur

Padiglione d’Arte Contemporanea, Ferrara

Periodo espositivo: 26 Marzo – 29 Maggio 2022

A cura di Silvia Cirelli e Catalina Golban

Premessa

Il Comitato Biennale Donna presenta la XIX edizione della Biennale Donna.

L’appuntamento con l’arte contemporanea al femminile si svolge a Ferrara dal 1984, con la collaborazione della Galleria Civica di Arte Moderna e Contemporanea del Comune di Ferrara e il sostegno della regione Emilia e romagna.

Le precedenti edizioni hanno inteso esplorare la creatività femminile in diversi campi, individuando tematiche legate a problemi socioculturali, identitari, comportamentali e geopolitici, sempre presenti nella ricerca estetica dell’odierno panorama internazionale delle donne artiste.

Alla luce di queste scelte il Comitato ha ritenuto opportuno avviare una riflessione critica e artistica su un argomento di grande attualità quale è quello ecologico. La nostra società ha iniziato a prendere parzialmente coscienza dei pericoli più visibili che minacciano l’ambiente naturale, affrontando tale questione inizialmente in una prospettiva tecnocratica. Progressivamente si è ritenuto essenziale sviluppare tale argomento attraverso l’interazione di vari contesti: ambientale, sociale, economico e mentale, ossia attraverso un’articolazione etico-politica in grado di includere vari registri ecologici: quello dell’ambiente, quello dei rapporti sociali e quello della soggettività.

Le artiste

Per il progetto della Biennale Donna 2022 sarà presentata una collettiva di cinque artiste attive in ambito europeo:

Monica De Miranda (Portogallo/Angola, ’76),

Christina Kubisch (Germania, ‘48),

Diana Lelonek (Polonia, ‘88)

Ragna Róbertsdóttir (Islanda, ‘45),

Anaïs Tondeur (Francia, ‘85).

Comitato Biennale Donna:

Lola G. Bonora, Silvia Cirelli, Ada Patrizia Fiorillo, Catalina Golban, Elisa Leonini, Anna Quarzi, Ansalda Siroli, Dida Spano, Liviana Zagagnoni (coordinatrice)



Estratto espositivo: