progetto

Progetto

L’arte contemporanea si è allineata da tempo all’esigenza collettiva di sviluppare un pensiero ecologico e una visione critica sul nostro stare nel mondo. Le ricerche artistiche degli ultimi anni si sono focalizzate sempre di più sul rapporto dell’essere umano con la natura, sul vivere su un pianeta sfruttato e sconvolto dai cambiamenti climatici, spesso conseguenze dirette dei dispositivi di potere. La crisi ecologica che la società sta attraversando richiede una riflessione profonda e un ripensamento su tale correlazione. È fondamentale riproporre una visione simbiotica di una convivenza che includa tutte le specie viventi, in cui l’essere umano è parte di una sistema naturale e non il centro di esso. Il recente agire biopolitico mette in discussione l’insieme della soggettività e delle formazioni di poteri capitalistici, l’appropriazione del mondo naturale da parte dell’essere umano e lo sfruttamento delle risorse ambientali. La nostra società è creata da una collettività complessa e articolata, radicata assieme a tutte le forme organiche e artificiali sulla Terra e in virtù di ciò deve preservare tale ecosistema, imparando a co-abitare e a stringere relazioni liberatorie e non di dominazione.

L’approccio della mostra, di respiro internazionale, rappresenta la necessità di ripensare le strutture esistenti e riorganizzare le pratiche consolidate nei campi della società, dell’economia e della natura. Inoltre, si intende mostrare i legami e le connessioni con il dibattito ecologico in corso. Le opere d’arte assumono un ruolo cruciale di vettori di legami sociali e di comprensione della deriva ecologica.

Le cinque artiste indagano tramite differenti media l’interazione e la possibile alleanza tra gli esseri umani e la natura. Si cerca di offrire diverse modalità di lettura e varie prospettive, richiamando l’attenzione sui modi in cui la natura è stata stanziata nella ricerca del potere e delle risorse, mettendo in luce le ripercussioni sia sull’ambiente che ci circonda che sui tessuti sociali.